Il cielo di giugno 2017

Il cielo di giugno 2017

Il Sole

Attualmente il Sole si trova nella costellazione del Toro e il 21 giugno si muoverà nella costellazione dei Gemelli

Il 21 giugno sarà il solstizio d’estate e il giorno sarà lungo circa 15 ore e 15 minuti.

Di seguito sono riportati gli orari dell’alba e del tramonto nel corso del mese.

Data Alba Tramonto
1 giugno 05:39 20:41
15 giugno 05:36 20:49
30 giugno 05:40 20:52

 

Le fasi lunari

Di seguito sono riportate le fasi lunari per il mese di giugno 2017.

Fase Data Ora
Primo quarto 1 giugno 14:42
Luna piena 9 giugno 15:10
Ultimo quarto 17 giugno 13:33
Luna nuova 24 giugno 04:31

 

Le costellazioni

Il cielo di giugno 2017

Il cielo a mezzanotte del 15 giugno 2017

Il cielo di giugno ci mostra le costellazioni che ci accompagneranno per tutta l’estate. A sud, inconfondibile, si può scorgere la costellazione dello Scorpione seguita dalla costellazione del Sagittario. Queste due costellazioni si trovano nella zona del centro galattico e permettono di osservare moltissimi oggetti astronomici degni di nota: la supergigante rossa Antares, la Nebulosa Laguna, la Nebulosa Trifida, la Nebulosa Omega, la Nebulosa dell’Aquila e molti altri. Altre costellazioni degne di note sono la costellazione l’Aquila, la Lira, il Cigno, Ercole, la Corona boreale e Boote con la meravigliosa stella Arturo. Sono ben visibili inoltre le tre stelle del triangolo estivo: Vega nella Lira, Deneb nel Cigno e Altair nell’Aquila. Nel cielo a nord dominano come sempre le costellazioni circumpolari (Orsa Maggiore, Orsa Minore, Cassiopea, Giraffa, Lince, Drago).

I pianeti

Il cielo di giugno 2017 Mercurio

Mercurio sarà osservabile con difficoltà a inizio del mese, quando sorge meno di un’ora prima del Sole, oppure a fine del mese, quando tramonterà meno di un’ora dopo del Sole. Nel giorno del solstizio d’estate, Mercurio si trova in congiunzione ed è pertanto inosservabile.

Il cielo di giugno 2017 Venere

Venere è facilmente osservabile prima dell’alba, circa due ore prima del sorgere del Sole. Il 2 giugno è possibile osservare una congiunzione con Urano. Nel corso del mese attraversa le costellazione dei Pesci, dell’Ariete e del Toro.

Il cielo di giugno 2017  Marte

Marte è prossimo alla congiunzione con il Sole ed è quindi di fatto inosservabile. Nei primi giorni del mese il pianeta rosso lascia la costellazione del Toro ed entra in quella dei Gemelli.

Il cielo di giugno 2017 Giove

Proseguono le ottime condizioni di visibilità del gigante gassoso, ben visibile da alcune settimane. Lo si può scorgere nella costellazione della Vergine, a sud, e quindi ad ovest, per buona parte della notte. 

Il cielo di giugno 2017  Saturno

Saturno si troverà a metà mese in opposizione con il Sole, alla minima distanza dalla Terra (1.352 milioni di km) e sarà quindi nelle migliori condizioni di osservabilità per tutto l’anno. E’ possibile osservarlo nel cielo a sud, verso la mezzanotte, tra le costellazioni del Sagittario e dello Scorpione. 

Il cielo di giugno 2017  Urano

Urano si troverà per tutto il 2017 nella costellazione dei Pesci. Attualmente è possibile osservarlo poco prima dell’alba, e nel corso del mese anticipa gradualmente il suo levare migliorando quindi le condizioni di osservabilità.

Il cielo di giugno 2017  Nettuno

Nettuno anticipa di molto il suo sorgere nel corso del mese di giugno. A inizio mese sorgerà prima dell’alba mentre a fine mese sorge intorno alla mezzanotte. Dal 2011 è entrato nella costellazione dell’Acquario, dove rimarrà fino al 2022. Per osservare il pianeta è consigliato l’uso del telescopio.

Il cielo di giugno 2017  Plutone

Plutone si avvicina all’opposizione e sarà possibile quindi osservarlo per quasi tutta la notte. Plutone si trova nella costellazione del Sagittario dove rimarrà fino al 2023. Plutone è inosservabile a occhio nudo ma anche con piccoli strumenti, è necessario almeno un telescopio da 200 mm per catturare la sua luce, essendo di magnitudine 14.

Le comete

La cometa C/2015 ER61 PanSTARRS sarà ancora osservabile nel mese di giugno anche se perderà progressivamente luminosità arrivando alla magnitudine 9. Migliorano invece le condizioni di osservabilità della cometa C/2015 V2 Johnson, la quale nelle ultime settimane ha progressivamente aumentato la propria magnitudine. Il 12 giugno essa raggiungerà il perielio e aumenterà ancora la propria luminosità, la quale poi diminuirà velocemente verso la fine del mese. Nella prima metà di giugno la cometa si muoverà nella costellazione di Bootes, mentre nei giorni successivi attraverserà la Vergine. Infine, anche se non luminosissima (circa magnitudine 11 per tutto il mese), vale la pena menzionare la cometa 71P/Clark, la quale sarà visibile nella costellazione dello Scorpione e raggiungerà il perielio il 30 giungo.

Share
Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi