Il cielo di Settembre 2017

Il cielo di Settembre 2017

Il Sole

Attualmente il Sole si trova nella costellazione del Leone e il 16 settembre si muoverà nella costellazione della Vergine.

Il giorno 22 settembre sarà l’equinozio d’autunno, ovvero uno dei due giorni dell’anno in cui il giorno e la notte hanno la stessa durata.

Di seguito sono riportati gli orari dell’alba e del tramonto nel corso del mese.

Data Alba Tramonto
1 settembre 06:38 19:46
15 settembre 06:52 19:22
30 settembre 07:08 18:55

 

Le fasi lunari

Di seguito sono riportate le fasi lunari per il mese di settembre 2017.

Fase Data Ora
Luna piena 6 settembre 09:03
Ultimo quarto 13 settembre 08:25
Luna nuova 20 settembre 07:30
Primo quarto 28 settembre 04:54

 

Le costellazioni

Il cielo di Settembre 2017

Il cielo a mezzanotte del 15 settembre 2017

Il cielo di settembre ci mostra ancora le costellazioni che ci hanno accompagnato per tutta l’estate, anche se ormai molte di essere tramontano presto. A sud, inconfondibile, si può ancora scorgere la costellazione dello Scorpione seguita dalla costellazione del Sagittario. Queste due costellazioni si trovano nella zona del centro galattico e permettono di osservare moltissimi oggetti astronomici degni di nota: la supergigante rossa Antares, la Nebulosa Laguna, la Nebulosa Trifida, la Nebulosa Omega, la Nebulosa dell’Aquila e molti altri. Altre costellazioni degne di note sono la costellazione l’Aquila, la Lira, il Cigno, Ercole, la Corona boreale e Boote con la meravigliosa stella Arturo. Sono ben visibili inoltre le tre stelle del triangolo estivo: Vega nella Lira, Deneb nel Cigno e Altair nell’Aquila. Nel cielo a nord dominano come sempre le costellazioni circumpolari (Orsa Maggiore, Orsa Minore, Cassiopea, Giraffa, Lince, Drago). Sono anche visibili le costellazioni zodiacali che ci accompagneranno nei prossimi mesi: il Capricorno, l’Acquario, i Pesci e l’Ariete. Ben visibile anche le costellazioni Pegaso e Andromeda, nella quale è possibile osservare la famosa galassia M31.

I pianeti

Il cielo di Settembre 2017 Mercurio

Mercurio, dopo la congiunzione del 26 agosto, ritorna ad essere osservabile nelle ore del mattino e raggiunge la massima elongazione il giorno 12 settembre. 

Il cielo di Settembre 2017 Venere

Venere è ancora facilmente osservabile prima dell’alba, circa due ore prima del sorgere del Sole, anche se il suo tempo di osservabilità si sta costantemente riducendo. Il pianeta abbandonerà il 10 settembre la costellazione del Cancro ed entrerà in quella del Leone.

Il cielo di Settembre 2017  Marte

Dopo la congiunzione con il Sole, Marte aumenta progressivamente la sua visibilità nel cielo del mattino e a fine del mese sarà possibile scorgerlo nel cielo orientale prima dell’alba.

Il cielo di Settembre 2017 Giove

Durante gli scorsi mesi Giove è stato uno dei protagonisti assoluti del cielo, ma ormai è osservabile per poco tempo dopo il tramonto, nel cielo occidentale. Giove si trova nella costellazione della Vergine e il 5 settembre sarà in congiunzione con la stella Spica.

Il cielo di Settembre 2017  Saturno

Saturno è ancora ben osservabile, anche se anticipa costantemente il tramonto. Sarà possibile osservarlo nella prima parte della notte nel cielo sud-occidentale. Saturno si trova attualmente nella costellazione dell’Ofiuco.

Il cielo di Settembre 2017  Urano

Urano si troverà per tutto il 2017 nella costellazione dei Pesci. Attualmente è possibile osservarlo per quasi tutta la notte e si sta avvicinando all’opposizione con il Sole.  Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di Settembre 2017  Nettuno

Nettuno sarà visibile per tutta la notte in quanto il giorno 5 settembre sarà in opposizione con il Sole. Dal 2011 è entrato nella costellazione dell’Acquario, dove rimarrà fino al 2022. Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di Settembre 2017  Plutone

Plutone dopo l’opposizione con il Sole è ancora visibile a sud per buona parte della notte. Plutone si trova nella costellazione del Sagittario dove rimarrà fino al 2023. Plutone è inosservabile a occhio nudo ma anche con piccoli strumenti, è necessario almeno un telescopio da 200 mm per catturare la sua luce, essendo di magnitudine 14.

Le comete

La cometa C/2015 ER61 PanSTARRS sta progressivamente diminuendo la sua luminosità e si sta allontanando sempre di più dopo il transito del mese scorso all’interno delle Pleiadi. La cometa C/2017 O1 ASASSN1, scoperta grazie al sistema All Sky Automated Survey destinato alla ricerca di supernovae, è stata la sorpresa del mese scorso. La cometa raggiungerà a fine mese una magnitudine pari a +8,5 e sarà osservabile con binocoli e telescopi. Il perielio è previsto per il 14 ottobre 2017.

Sciami meteorici

Il mese di settembre, tempo permettendo, dovrebbe regalarci numerose stelle cadenti, essendo il periodo dell’anno in cui la nostra atmosfera viene investita maggiormente da polvere e detriti meteorici. Le notti tra agosto e settembre ci regaleranno lo sciame delle Aurigidi, originate dalla cometa 1911 Kiess. Nella notte tra il 5 e il 6 settembre ci sarà lo sciame delle epsilon Perseidi, purtroppo quest’anno ostacolate dalla Luna. Stessa sorte toccherà alle Perseidi di Settembre, nella notte tra l’8 e il 9 settembre, originate dai resti della cometa Bradfield. Nella notte tra l’11 e il 12 settembre sarà possibile invece osservare uno sciame meteorico irregolare, le alfa Triangulidi.

Share
Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi