Gli eventi astronomici principali del 2019

Gli eventi astronomici principali del 2019

Il 2018 si sta avviando verso la sua conclusione, dopo averci regalato molti spettacoli astronomici come l’eclissi totale di Luna più lunga del secolo, la notte del 27 luglio 2018.

E proprio da un’eclissi totale di Luna ripartirà il 2019. Nella seconda parte della notte tra domenica 20 e lunedì 21 gennaio 2019, infatti, ci sarà un’altra eclissi totale di Luna ben visibile dall’Italia. Il nostro satellite si tingerà di rosso, a causa della rifrazione dei raggi solari ad opera dell’atmosfera terrestre, e l’intero evento durerà circa 5 ore. Non perdetevela, perchè la prossima volta che potrete vedere l’eclissi totale di Luna dall’Italia sarà il 26 marzo 2021. Se invece vi accontentate di una eclissi di Luna parziale, allora il 16 luglio 2019 sarà l’occasione di osservare la Luna coperta al massimo al 90-95% dall’Italia, nelle prime ore della notte.

Il 2 giugno 2019 sarà invece il turno dell’eclissi totale di Sole, visibile purtroppo solo in una striscia larga 150 km che tocca aree disabitate dell’Oceano Pacifico, il Cile e l’Argentina. L’eclissi totale di Sole sarà visibile inoltre dall’ESO (European Southern Observatory), in Cile, che quest’anno festeggia i 50 anni di attività e organizzerà eventi, workshop e una diretta in streaming dell’eclissi. E l’Italia? Purtroppo, dovremo aspettare fino al 2026 per osservare una eclissi quasi totale di Sole, con una copertura prevista del 90%.

Un altro evento interessante sarà il transito di Mercurio sul disco solare, che avverrà il giorno 11 novembre 2019. L’osservazione dovrà essere effettuata con la giusta strumentazione e molta cautela, per non danneggiare irrimediabilmente la retina dei vostri occhi. Il prossimo transito di Mercurio sul disco solare avverrà nel 2032 quindi vi consiglio di non perderlo e di contattare le associazioni di astrofili nelle vostre vicinanze, che sicuramente organizzeranno delle manifestazioni per seguire questo evento.

Gli eventi astronomici principali del 2019

Passiamo ora agli sciami meteorici. Ogni anno, la Terra incontra ogni mese diverse nubi di detriti causate dal passaggio delle comete. Quando ciò accade, una parte di questi detriti entra nella nostra atmosfera, bruciando, e dando vita ad uno degli spettacoli più interessanti che il cielo stellato può offrire. Ricordiamo gli sciami meteorici principali:

  • Le Eta Aquaridi, con il picco previsto tra il 6 e il 7 maggio 2019. Questo sciame meteorico si origina dalla scia di detriti della cometa di Halley e quest’anno la visione sarà favorita dalla Luna nuova.
  • Le Perseidi, conosciute anche come le lacrime di San Lorenzo, con il picco previsto la notte del 13 agosto 2019. Questo sciame meteorico si origina dalla scia di detriti della cometa Swift-Tuttle e quest’anno la visione sarà disturbata dalla Luna piena ma, data l’intensità del fenomeno, sarà comunque possibile osservare diverse stelle cadenti.
  • Le Leonidi, con il picco previsto intorno al 17 novembre 2019. Questo sciame meteorico si origina dalla scia di detriti della cometa di Tempel-Tuttle e quest’anno la visione sarà parzialmente disturbata dalla Luna verso l’ultimo quarto.
  • Le Geminidi, con il picco previsto la sera del 14 dicembre 2019. Questo sciame meteorico si origina dalla scia di detriti della cometa 3200 Phaethon e quest’anno la visione sarà parzialmente disturbata dalla Luna piena.

Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalitΓ  del sito, Γ¨ necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi