Il cielo di luglio 2019

Il cielo di luglio 2019

Il Sole

Attualmente il Sole si trova nella costellazione dei Gemelli e il 21 luglio si muoverà nella costellazione del Cancro.

Alle ore 01:00 (in Italia) la Terra si troverà nel punto più lontano della sua orbita intorno al Sole, l’afelio, ad una distanza dalla nostra stella pari a 152.104.287 km.

Di seguito sono riportati gli orari dell’alba e del tramonto nel corso del mese.

DataAlbaTramonto
1 luglio05:4020:52
15 luglio 05:4920:46
31 luglio 06:0420:32

Le fasi lunari

Di seguito sono riportate le fasi lunari per il mese di luglio 2019

FaseDataOra
Luna nuova2 luglio 21:16
Primo quarto9 luglio 12:55
Luna piena16 luglio 23:38
Ultimo quarto25 luglio 03:18

La sera tra il 16 e il 17 luglio avverrà una eclissi parziale di Luna.

Inizio fase di penombra20:44
Inizio fase di ombra22:01
Massimo dell’eclissi23:30
Fine fase di ombra00:59
Fine fase di penombra02:17
Gli orari sono espressi in ora italiana.

Le costellazioni

Il cielo di luglio 2019
Il cielo a mezzanotte del 15 luglio 2019.

Il cielo di giugno ci porta nel pieno del cielo estivo. Alte nel cielo sono ben visibili le costellazioni della Vergine, del Leone, del Cancro e dei Gemelli. A est, invece, la Lira con la stella Vega, Bootes con la stella Arturo, Ercole e la Corona Boreale. Sorgono ad est l’Aquila con la stella Altair, il Cigno con la stella Deneb, il Sagittario, la Bilancia e lo Scorpione. Le tre stelle Vega, Altair e Deneb formano il triangolo estivo. Ben visibili come sempre le costellazioni circumpolari, tra le quali ricordiamo l’Orsa Maggiore, l’Orsa Minore, Cassiopea.

I pianeti

Il cielo di luglio 2019 Mercurio

Mercurio sarà visibile i primi giorni del mese, un’ora dopo il tramonto del Sole, ma rapidamente diventerà inosservabile, essendo in congiunzione con il Sole il giorno 21 luglio. A fine mese sarà possibile osservarlo circa un’ora prima dell’alba, nel cielo ad est.

Il cielo di luglio 2019 Venere

Venere si sta avvicinando alla congiunzione con il Sole e sarà osservabile per pochi minuti prima dell’alba. Nel corso del mese, il pianeta attraverserà le costellazioni del Toro, dei Gemelli e del Cancro.

Il cielo di luglio 2019 Marte

Anche Marte sta per diventare inosservabile, essendo visibile per pochi minuti dopo il tramonto del Sole, nel cielo a ovest. Ormai Marte ha condizioni di osservabilità simili a quelle di Mercurio, con il quale sarà in congiunzione il giorno 7 luglio. Marte si troverà per tutto il mese nella costellazione del Cancro e il giorno 30 luglio entrerà nella costellazione del Leone.

Il cielo di luglio 2019 Giove

Giove, dopo l’opposizione dello scorso mese, è il re del cielo estivo, ben visibile per tutta la notte. Giove si trova nella costellazione dell’Ofiuco e si sta muovendo di moto retrogrado.

Il cielo di luglio 2019 Saturno

Saturno si trova nella costellazione del Sagittario e il giorno 9 luglio sarà in opposizione con il Sole, avrà la massima luminosità apparente e la minima distanza dalla Terra, pari a circa 1 miliardo e 351 milioni di km.

Il cielo di luglio 2019 Urano

Urano anticipa continuamente il suo orario di levata e verso la fine del mese sorgerà ad est verso le una di notte. Urano si trova nella costellazione dell’Ariete. Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di luglio 2019 Nettuno

Nettuno è osservabile nella seconda parte della notte nel cielo a sud-est. Nettuno resterà nella costellazione dell’Acquario fino al 2022. Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di luglio 2019 Plutone

Plutone ha le condizioni di osservabilità simili a quelle di Saturno e infatti anche il pianeta nano sarà in opposizione con il Sole, il giorno 14 luglio, e si troverà alla minima distanza dalla Terra pari a circa 4 miliardi e 911 milioni di km. Plutone si trova nella costellazione del Sagittario dove rimarrà fino al 2023. Plutone è inosservabile a occhio nudo ma anche con piccoli strumenti, è necessario almeno un telescopio da 200 mm per catturare la sua luce, essendo di magnitudine 14.

Le comete

Questo mese presenta ben quattro comete da tenere sotto osservazione.

La prima cometa è la C/2018 R3, che nel corso del mese si muoverà tra le costellazioni della Lince e del Cancro. Dopo il perielio del 7 giugno, avrà una magnitudine vicina a +11 e sarà circumpolare per metà mese, rimanendo visibile per tutta la notte, mentre a metà mese sarà visibile poco dopo il tramonto del Sole.

La cometa C/2018 N2 ASASSN si muoverà tra le costellazioni della Balena e dell’Ariete. Il perielio è previsto per il giorno 11 novembre 2019 e sta gradualmente aumentando la luminosità, che nel corso del mese varierà da +13,2 a +12,7.

La cometa C/2017 T2 PanSTARRS sarà al perielio il giorno 20 maggio 2020, e siamo quindi parecchio in anticipo. Sarà visibile nella seconda parte della notte nella costellazione del Toro, e ha già raggiunto una mangitudine pari a +9. Da tenere sicuramente d’occhio.

La cometa 29/P Schwassmann-Wachmann, una vecchia conoscenza, è un corpo ghiacciato che si muove tra le orbite di Giove e Nettuno con un periodo di circa 14,37 anni. Periodicamente presenta degli outburst inaspettati. La cometa si troverà per tutto il mese nella costellazione dei Pesci e dovrebbe raggiungere una magnitudine pari a +12.

Sciami meteorici

Il mese di luglio inaugura un periodo interessante per l’osservazione delle meteore, anche se il plenilunio a metà mese disturberà la visione di alcuni sciami.

Le meteore più interessanti potrebbero essere le Pegasidi (max 10 luglio) e le beta Capricornidi (max 13 luglio), nella seconda metà della notte.

Verso fine mese, da tenere d’occhio le gamma Draconidi, le quali ad esempio nel 2016, dopo anni di quiete, hanno mostrato un breve exploit, e le delta Aquaridi (max 28/29 luglio).

In generale per tutto il mese saranno visibili anche altre meteore provenienti da correnti diffuse e di difficile attribuzione. Una regione interessante del cielo dove guardare è quella compresa tra le costellazioni Dragone, Aquila e Cigno.

Congiunzioni

Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi