Il cielo di Marzo 2018

Il cielo di Marzo 2018

Il Sole

Attualmente il Sole si trova nella costellazione dell’Acquario e il 12 marzo si muoverà nella costellazione dei Pesci.

Di seguito sono riportati gli orari dell’alba e del tramonto nel corso del mese.

Nella notte di domenica 25 marzo entrerà in vigore l’ora legale. Gli orologi dovranno essere spostati in avanti di un’ora.

Data Alba Tramonto
1 marzo 06:47 18:02
15 marzo 06:24 18:18
31 marzo 06:57 19:36

 

Le fasi lunari

Di seguito sono riportate le fasi lunari per il mese di marzo 2018.

 

Fase Data Ora
Luna piena 2 marzo 01:51
Ultimo quarto 9 marzo 12:20
Luna nuova 17 marzo 14:12
Primo quarto 24 marzo 16:35
Luna piena 31 marzo 14:37

 

Le costellazioni

Il cielo di Marzo 2018

Il cielo a mezzanotte del 15 marzo 2018

Il cielo di marzo è ancora dominato dalle grandi costellazioni invernali: Orione, Toro, Gemelli, Leone, Cane Maggiore e le loro stelle più importanti come Sirio, Castore, Polluce, Aldebaran. Nel cielo a nord dominano come sempre le costellazioni circumpolari (Orsa Maggiore, Orsa Minore, Cassiopea). Ancora visibili per qualche ora le costellazioni Pegaso e Andromeda, nella quale è possibile osservare la famosa galassia M31. Ad est, sorgono le costellazioni zodiacali della Vergine,del Cancro e del Leone. Comincia ad essere osservabile la costellazione Bootes.

Il cielo di Marzo 2018 Mercurio

Dopo la congiunzione del mese scorso, Mercurio si trova nel periodo di migliore osservabilità. A metà mese, il giorni 15, raggiungerà la massima elongazione dal Sole pari a 18° e tramonterà circa un’ora e mezza dopo la nostra stella. Verso fine mese tornerà ad essere inosservabile.

Il cielo di Marzo 2018 Venere

Venere diventa sempre di più dominatore del cielo serale, e sarà protagonista di una doppia congiunzione con Mercurio nei giorni 5 e 18 marzo. Venere attraverserà diverse costellazioni: a inizio mese è nell’Acquario, dal 3 al 12 marzo nei Pesci, dal 12 al 14 marzo nella Balena, poi di nuovo nei Pesci e dal 30 marzo nell’Ariete.

Il cielo di Marzo 2018  Marte

Marte è protagonista della seconda parte della notte insieme a Giove e Saturno. A inizio mese Marte si trova nell’Ofiuco, quindi il giorno 11 marzo entra nell’Ariete.

Il cielo di Marzo 2018 Giove

Giove  sarà visibile già a mezzanotte nel cielo orientale e sarà protagonista insieme a Marte e Saturno delle notti di marzo. Giove si trova attualmente all’interno della Bilancia, e il giorno 9 marzo inverte il proprio moto diventando retrogrado.

Il cielo di Marzo 2018  Saturno

Saturno è visibile nella tarda notte, prima del sorgere del Sole, insieme a Marte e a Giove. Saturno si trova nella costellazione del Sagittario.

Il cielo di Marzo 2018  Urano

Urano si troverà per tutto il 2018 nella costellazione dei Pesci. Il pianeta è ormai visibile solo nel cielo occidentale, poco dopo il tramonto del Sole.  Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di Marzo 2018  Nettuno

Nettuno sarà in congiunzione con il Sole il 4 marzo e sarà pertanto inosservabile per tutto il mese. Sarà possibile, con molta difficoltà, tentare di osservarlo pochi attimi prima del sorgere del Sole. Dal 2011 è entrato nella costellazione dell’Acquario, dove rimarrà fino al 2022.  Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Il cielo di Marzo 2018  Plutone

Plutone guadagna tempo di visibilità prima del sorgere del Sole ma sarà molto difficile riuscire a osservarlo a causa della sua ridotta luminosità. Plutone si trova nella costellazione del Sagittario dove rimarrà fino al 2023. Plutone è inosservabile a occhio nudo ma anche con piccoli strumenti, è necessario almeno un telescopio da 200 mm per catturare la sua luce, essendo di magnitudine 14.

Le comete

La cometa C/2016 R2 PanSTARRS ha manifestato due mesi fa un’attività imprevista, mostrandoci una coda blu dovuto al monossido di carbonio ionizzato (CO+). Il perielio è previsto il 9 maggio 2018 ma la minima distanza dalla Terra è stata raggiunta il 23 dicembre scorso, quando la cometa è passata a 2,03 UA dal nostro pianeta. La cometa manterrà una magnitudine più o meno costante pari a +10,5. La cometà sarà osservabile nelle prime ore della notte, in direzione nord-ovest, e il giorno 20 marzo passerà a circa 3° dalla Nebulosa California.

La cometa C/2016 M1 PanSTARRS, scoperta nel 2016, è una cometa di lungo periodo che ci ha fatto visita l’ultima volta circa 80.000 anni fa. Il giorno 25 giugno passerà alla minima distanza dalla Terra pari a circa 1,3 UA e 10 agosto sarà al perielio a circa 2,2 UA dal nostro pianeta. La sua luminosità aumenterà durante il mese di marzo fino ad una magnitudine di circa +10/11 e quindi alla portata di strumenti amatoriali. La si potrà trovare bassa sull’orizzonte, verso est, nelle ultime ore della notte, all’interno della costellazione dell’Aquila.

Sciami meteorici

Il mese di marzo si mostra avaro di stelle cadenti, non ci sono infatti grossi sciami meteorici ma solo qualche sporadica attività.

Qualche attività si troverà nella zona dell’eclittica compresa tra il Leone e la Vergine. I due pleniluni di inizio e fine mese ostacoleranno tuttavia l’osservazione di queste già difficili meteore. Saranno visibili, seppur debolmente, le pi Virginidi (5/6 marzo), che sembrano irradiarsi in un’area compresa tra le stelle Spica e Regolo.

Nella seconda metà del mese, sarò possibile osservare le deboli eta Virginidi, theta Virginidi e beta Leonidi.

Share