Modello di ExoMars a Berlino durante ILA 2006.

La missione ExoMars pronta per il lancio

La prossima missione che studierà Marte è ExoMars, frutto di una collaborazione tra ESA e Rascosmos.

Questa nuova missione avrà lo scopo di scoprire tracce di vita sul suolo marziano. Scoprire queste tracce non ha solo come scopo la pura curiosità scientifica, ma anche quello di modellare l’evoluzione di Marte e di prevedere quindi magari anche il futuro del nostro pianeta.

La missione ExoMars pronta per il lancio

Modello di ExoMars a Berlino durante ILA 2006.

La missione in realtà sarà divisa in due parti.

La prima parte sarà lanciata a marzo del 2016 dal cosmodromo di Bajkonur, e sarà costituita dal satellite TGO (Trace Gas Orbiter) per lo studio dei gas atmosferici, e dal rover Schiaparelli, il quale dovrà testare la tecnologia di ingresso nell’atmosfera di Marte e atterraggio sulla sua superficie.

La seconda parte della missione invece sarà costituita da un modulo di atterraggio di fabbricazione russa e di un rover prodotto dall’ESA. Entrambi questi componenti saranno realizzati anche grazie ai dati raccolti da Schiaparelli e dal satellite TGO. Quest’ultimo, in particolare, con i suoi dati contribuirà anche alla scelta del sito per l’atterraggio di questa seconda parte della missione, che sarà lanciata nel 2018 e raggiungerà Marte nel 2019.

Gli obiettivi principali della missione, come già detto, sono lo studio delle eventuali tracce biochimiche presenti o passate, ma anche conoscere meglio la geofisica marziana, scoprire eventuali pericoli per le future missioni e testare le nuove tecnologie di atterraggio, di mobilità e di rilevamento dei dati.

Sicuramente questa missione ci darà dati importantissimi che permetteranno di sviluppare le tecnologie necessarie a portare un giorno astronauti sul pianeta rosso.

La missione ExoMars pronta per il lancio

Il veicolo ExoMars, nello stabilimento della Thales Alenia Space a Cannes, pronto per la partenza.

Attualmente, il veicolo ExoMars ha ultimato gli ultimi test nello stabilimento di Cannes della Thales Alenia Space (azienda a cui partecipa anche Finmeccanica) e partirà presto per il Kazakistan, dove l’anno prossimo inizierà il suo lungo viaggio verso Marte.

Walter Cugno, direttore del progetto ExoMars alla Thales Alenia Space, ha dichiarato: ”Il veicolo di ExoMars ha completato le verifiche necessarie per il trasporto alla base di lancio. Per il 10 dicembre è atteso il completamento di tutte le attività previste in Europa, quindi il veicolo sarà preparato in tre container. Da allora si lavorerà continuamente, anche nel giorno di Natale, per approntare il satellite nella configurazione di lancio”.

A questo progetto hanno collaborato oltre 134 aziende, provenienti da tutta l’Europa. L’astronomia e l’esplorazione spaziale solo tra le poche cose che riescono a unire gli uomini di ogni nazione.

A presto!

Share
Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi