La sonda Parker sfiorerà il Sole per studiare i misteri della corona solare

La sonda Parker sfiorerà il Sole per studiare i misteri della corona solare

La sonda Parker della NASA, prontissima al lancio, farò qualcosa che non è mai stato tentato prima. La sonda, infatti, sfiorerà il Sole a circa 6,2 milioni di km di distanza alla folle velocità di 700.000 km/h!

Il progetto era già stato annunciato nel 2009, ma a causa dei soliti problemi di budget, il lancio è slittato fino a quest’anno. Durante i suoi sette anni di missione, la sonda Parker si avvicinerà sempre di più al sole fino a immergersi nella corona solare. Grazie agli strumenti scientifici presenti a bordo, la sonda studierà come le particelle della corona vengono scaldate e accelerate, la dinamica del vento solare e la dinamica del campo magnetico coronale.

La sonda, che verrà lanciata nei prossimi giorni con un lanciatore Delta IV Heavy, effettuerà 24 orbite nell’arco di 7 anni, e le orbite saranno corrette grazie a 7 assist gravitazionali con Venere. Il primo perielio è previsto tra circa tre mesi. La sonda Parker sperimenterà temperature estreme, superiori ai 1300 °C, e per sopravvivere è stata dotata di uno scudo termico esagonale, spesso 11,7 cm, formato dallo stesso materiale di cui era composto il muso dello Space Shuttle. Questo materiale, formato da fibre di carbonio e grafite, è in grado di mantenere le sue proprietà fino a circa 2000 °C.

La sonda Parker, per conseguire gli obiettivi scientifici della missione, effettuerà moltissime osservazioni differenti. Ad esempio, misurerà direttamente i campi elettrico e magnetico, le onde radio, la densità del plasma e la temperatura degli elettroni. Studierà il numero e le proprietà degli elettroni, dei protoni e dei nuclei di elio presenti e catturerà anche immagini dirette della corona solare e dell’eliosfera.

Grazie alla sonda Parker, la prima missione diretta verso una stella, conosceremo molto meglio il nostro Sole e i meccanismi che regolano i venti solari. Perchè, in fondo, noi viviamo nell’atmosfera solare e siamo influenzati dal suo “clima”. Le forti eruzioni solari, infatti, possono causare disturbi agli apparti elettronici e alle linee elettriche ma anche effetti sulla vita stessa. Dobbiamo quindi imparare a prevedere il comportamento della nostra stella nel modo più accurato possibile.

La sonda Parker sfiorerà il Sole per studiare i misteri della corona solare

 

Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi