Le lacrime di San Lorenzo: lo sciame meteorico delle Perseidi

Le lacrime di San Lorenzo: lo sciame meteorico delle Perseidi

Domani sera, la notte tra il 12 e il 13 agosto, trovate un cielo buio e preparatevi allo spettacolo. Sarà infatti la sera delle Perseidi, uno degli sciami meteorici più noti e prolifici.

Questo sciame meteorico è originato dai detriti della cometa Swift-Tuttle. Quest’ultima, è una cometa periodica il cui ultimo perielio è avvenuto nel 1992, mentre il prossimo sarà nel 2126. Fu proprio grazie al perielio del 1862 che l’astronomo italiano Giovanni Schiaparelli scoprì l’associazione tra comete e sciami meteorici. Infatti, gli sciami meteorici accadono quando la Terra, nella sua orbita, incrocia i resti di polvere e roccia delle comete. I frammenti, entrando a gran velocità nella nostra atmosfera, vengono inceneriti dando origine alle stelle cadenti.

Il radiante, cioè il punto di origine apparente dello sciame meteorico, si trova nella costellazione di Perseo, a nord-est, nelle vicinanze della costellazione di Cassiopea. Quest’anno, l’osservazione sarà particolarmente favorita dal novilunio e sono previste circa un centinaio di meteore all’ora, con il massimo dell’attività nella seconda parte della notte.

Per fotografarle, non serve molta strumentazione. Un cavalletto e una macchina fotografica di tipo reflex saranno più che sufficienti. Puntante l’obiettivo, meglio un grandangolare, verso la costellazione di Perseo e fate delle pose da 30 a 60 secondi ciascuna. Ci sono ottime possibilità che le stelle cadenti facciano capolino nelle vostre fotografie!

Non perdetevi inoltre il grande show dei pianeti, ben quattro sui cinque visibili ad occhio nudo. In ordine, da est a ovest, Venere subito dopo il tramonto, quindi Giove, poi Saturno e Marte, molto luminoso dopo la grande opposizione del mese scorso.

Le lacrime di San Lorenzo: lo sciame meteorico delle Perseidi

Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi