Scoperto un lago di acqua liquida sotto i ghiacci del polo sud di Marte

Scoperto un lago di acqua liquida sotto i ghiacci del polo sud di Marte

Un’altra pietra miliare per l’esplorazione spaziale.

La sonda dell’ESA Mars Express, utilizzando i rilevamenti radar, ha infatti scoperto la presenza di un lago di acqua liquida, avente un diametro di 20 km, a circa 1,5 km sotto la superficie ghiacciata del polo sud di Marte.

Un gruppo di ricercatori guidati da Roberto Orosei, dell’INAF, ha effettuato lo studio delle rilevazioni radar ottenuto dallo strumento Marsis (Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere Sounding), di costruzione italiana, del Mars Express Orbiter.

Lo strumento Marsis è uno strumento innovativo, funzionante ad una frequenza compresa tra 1,5 e 5 MHz, in grado di penetrare fino a 5 km di profondità, dove altri radar non riescono ad arrivare. Studiando i dati ottenuti in i dati ottenuti in dodici anni da Marsis, lungo diverse orbite e in vari periodi dell’anno, gli scienziati hanno individuato un’area ristretta nel polo sud di Marte altamente riflettente rispetto alle zone circostanti.

Vari enti italiani hanno contribuito a questa scoperta:  l’ASI, l’Università degli studi Roma Tre, l’Università D’Annunzio Chieti-Pescara, il CNR e La Sapienza di Roma

Ma come fa l’acqua liquida ad esistere sotto la superficie di Marte? Essenzialmente per due motivi. Il punto di fusione dell’acqua non è influenzato solo dalla temperatura, ma anche dalla pressione. Una crosta ghiacciata di 1,5 km agisce sia da isolante, innalzando quindi la temperatura dell’acqua, e con la sua massa origina una forte pressione. Ma non basta, e infatti gli scienziati sono sicuri che l’acqua di questo lago contenga una miscela di sali che agiscono da antigelo.

La scoperta arriva circa 30 anni dopo la teoria di Stephen Clifford, il quale aveva già ipotizzato la presenza di acqua liquida sotto le calotte ghiacciate di Marte.

Che l’acqua liquida scorresse abbondante su Marte in passato è ormai cosa certa, grazie alle ripetute analisi sulla morfologia della superficie del pianeta e l’analisi geologica dei campioni. Che vi fossero tracce di acqua liquida nel presente, in parte lo si sapeva già, sotto-forma di vapore acqueo o tracce di acqua salmastra. Ma, per la prima volta, gli scienziati hanno scoperto una massa di acqua liquida stabile e di grandi dimensioni.

E a proposito di questo, così ha commentato Roberto Orosei:

Il grande dilemma era quindi quello di stabilire dove fosse finita tutta quell’acqua. Buona parte di questa è stata portata via dal vento solare, che spazzò quella che mano a mano si vaporizzava dalla superficie degli specchi d’acqua. Un’altra significativa porzione è depositata sotto forma di ghiaccio nelle calotte, soprattutto quella nord, e negli strati prossimi alla superficie o è legata al terreno nel permafrost. Ma una parte doveva essere rimasta intrappolata nelle profondità e potrebbe ancora trovarsi allo stato liquido.

Scoperto un lago di acqua liquida sotto i ghiacci del polo sud di Marte

Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalitร  del sito, รจ necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi