Scoperto un pianeta simile alla Terra intorno a Proxima Centauri

Scoperto un pianeta simile alla Terra intorno a Proxima Centauri

Proxima Centauri è una piccola nana rossa che fa parte del sistema Alpha Centauri, composto da tre stelle in totale, che si trova a 4,23 anni luce dalla Terra. In pratica, questa stella è la nostra vicina di casa più prossima. Proxima Cenaturi è di classe spettrale M e risulta invisibile ad occhio nudo a causa delle sue dimensioni, ma anche perchè irradia circa l’85% della sue energia dello spettro dell’infrarosso. La temperatura superficiale è di “appena” 3042 K.

Scoperto un pianeta simile alla Terra intorno a Proxima Centauri

La posizione di Proxima Centauri nel cielo.

Questa stella è stata oggetto di diversi studi nel 2016, in quanto essa presenta oscillazioni nella sua luminosità. Numerosi telescopi, tra i quali l’Osservatorio di La Silla in Cile, hanno esaminato le curve di luce della nana rossa finchè il gruppo di ricercatori guidato da Guillem Anglada-Escudé, della Queen Mary University di Londra, ha determinato che a causare tali oscillazioni è un piccolo pianeta in orbita intorno a Proxima Centauri.

A seguito di questi studi, ora sappiamo che questo pianeta, ribattezzato Proxima Centauri b, è poco più grande della Terra (circa 1,3 volte), orbita intorno alla sua stella ad una distanza di 7 milioni di km e ha un periodo di rivoluzione di appena 11,2 giorni. Nonostante la sua vicinanza alla stella, esso si trova comunque all’interno della zona abitabile e quindi dovrebbe avere temperature in grado di mantenere l’acqua allo stato liquido.

Questo naturalmente non basta a dire che su questo pianeta è presente la vita, in quanto esso riceverebbe comunque grosse quantità di raggi X sottoforma di brillamenti solari. Tuttavia, questa scoperta ci conferma, almeno a livello statistico, che i pianeti rocciosi simili alla Terra potrebbero essere davvero molto comuni nell’Universo, se ne abbiamo trovato uno a pochi passi da casa nostra. 

Il direttore della riceca, Anglada-Escudé, naturalmente è molto raggiante a seguito di questa scoperta e così ha commentato a riguardo:

Molti esopianeti sono stati trovati e molti ancora ne verranno scoperti in futuro, ma cercare il pianeta potenzialmente analogo alla Terra e poi trovarlo è stata un’esperienza indicibile per tutti noi. Il prossimo passo è la ricerca di vita su Proxima b

Share
Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi