Scoperto un sistema solare di 8 pianeti con l'intelligenza artificiale

Scoperto un sistema solare di 8 pianeti con l’intelligenza artificiale

A circa 2545 anni luce si trova un sistema solare formato da otto pianeti, intorno alla stessa Kepler-90. Quest’ultima è una stella molto simile al Sole, una stella gialla con una temperatura superficiale di circa 5930 K.

Che la stella fossa al centro di un sistema solare complesso era già noto dal 2013, e si supponeva che intorno a Kepler-90 orbitassero sette pianeti. Un sistema solare quasi come il nostro, con i pianeti rocciosi concentrati nella parte più interna e i giganti gassosi in quella più esterna. Similitudini quindi, ma anche importanti differenze: i pianeti infatti si trovano tutti ad una distanza inferiore a quella che separa la Terra dal Sole, e il solo pianeta più esterno si trova ai limiti della zona abitabile del sistema.

Scoperto un sistema solare di 8 pianeti con l'intelligenza artificiale

Il sistema solare Kepler-90 al completo.

La grande novità di questa settimana è che è stato scoperto un ottavo pianeta, Kepler-90i, grazie ad un metodo innovativo: l’intelligenza artificiale. Grazie ad un algoritmo di machine learning realizzato da Google, infatti, è stato possibile esaminare i dati di Kepler più a fondo e scoprire l’esistenza di questo ottavo pianeta. Kepler-90i è grande circa il 30% in più della Terra e orbita intorno alla sua stella in circa 14,4 giorni. L’algoritmo, ideato dai ricercatori Andrew Vanderburg e Christopher Shallue, è stato addestrato con i segnali di oltre 15.000 pianeti, e poi è stato lasciato agire su dati sconosciuti.

Le possibilità offerte dall’intelligenza artificiale sono incredibili: sarà possibile infatti individuare in modo più veloce e preciso l’esistenza di pianeti extrasolari che lasciano tracce più deboli durante il passaggio davanti alla loro stella.

Paul Hertz, direttore della sezione di astrofisica della NASA, così ha commentato riguardo a questa scoperta:

Proprio come pensavamo, ci sono emozionanti scoperte ancora nascoste nell’archivio dati di Kepler, in attesa degli strumenti e delle tecnologie capaci di scovarle. Questa scoperta dimostra che i nostri dati costituiranno un vero tesoro per i ricercatori innovativi per gli anni a venire.

Queste invece le parole del ricercatore Andrew Vanderburg:

Per la prima volta da quando i pianeti del sistema solare sono stati scoperti migliaia di anni fa, sappiamo per certo che il nostro sistema solare non è l’unico detentore del record per il maggior numero di pianeti.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Share
Condivisioni

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi