Marte in opposizione il 13 ottobre 2020

Marte sarà in opposizione con il Sole il giorno 13 ottobre 2020, circa 26 mesi dopo la grande opposizione del 2018. Marte sarà quindi visibile per tutta la notte, anche se a causa dell’eccentricità dell’orbita del pianeta rosso, la minima vicinanza con la Terra sarà raggiunta il giorno 6 ottobre 2020 e sarà pari a 62 milioni di km. In quel momento, Marte brillerà di magnitudine -2,6 e il diametro angolare sarà pari a 22,6 secondi d’arco. Il pianeta rosso si trova attualmente nella costellazione dei Pesci. Inoltre, Marte sarà alto nel cielo e quindi meno soggetto alla turbolenza atmosferica, e quest’anno ci offrirà la vista del suo emisfero sud.

Mappa delle principali strutture geologiche di Marte.

Questo sarà il momento migliore per osservare il pianeta rosso. Con un telescopio è possibile ammirare moltissimi dettagli, a partire dalle calotte polari, di colorazione bianco, che contrastano con il rosso e le sfumature grigie del resto pianeta. Già con un telescopio di medie dimensioni è possibile scorgere alcune delle strutture principali del pianeta rosso, come la Syrtis Major, un vasto altipiano largo 1.300 km, oppure la Hellas Planitia, un’area chiara a sud della Syrtis Major, la quale è il secondo cratere da impatto più grande del pianeta. In alcuni casi è possibile addirittura osservare delle nuvole, fenomeni che di solito si dissolvono in poche ore.

Le opposizioni sono anche il momento non solo di osservare o fotografare, ma anche di disegnare! Ed è inoltre molto interessante notare il cambiamento di alcuni dettagli tra una opposizione e l’altra, dovuti ad esempio alle tempeste di sabbia. Queste ultime su Marte non scherzano, e possono oscurare anche per intere settimane l’intero pianeta, rendendo impossibile osservarne la superficie. Se avete pazienza, inoltre, potete osservare Marte per alcune notti di fila. Il giorno marziano dura circa 37 minuti in più di quello terrestre, e quindi ogni notte, osservando alla stessa ora, il disco di Marte sarà ruotato dii circa, permettendoci di ammirare una porzione leggermente differente della sua superficie. Ci vogliono circa una quarantina di giorni per potere osservare l’intera superficie del pianeta rosso.

Le opposizioni avvengono quando uno dei pianeti esterni si trova esattamente in direzione opposta al Sole, e sono visibili quindi per tutta la notte nelle migliori condizioni possibili di osservabilità.

Le posizioni notevoli dei pianeti interni ed esterni.