Urano in opposizione il 31 ottobre 2020

Nonostante l’opposizione di Marte si stia prendendo tutta l’attenzione, anche Urano sarà in opposizione con il Sole il giorno 31 ottobre 2020. Il pianeta si trova attualmente nella costellazione dell’Ariete e il giorno dell’opposizione sarà nelle migliori condizioni di osservabilità. Trattandosi di un pianeta che brilla di sesta magnitudine, al limite quindi dell’osservazione ad occhio nudo, si tratta di una occasione da non perdere!

La posizione di Urano il 31 ottobre 2020.

Come osservare Urano

Urano si trova circa 20° a sud della stella Hamal, l’astro principale della costellazione dell’Ariete. Avendo una magnitudine pari a +5,7, è necessario l’uso di un binocolo o di un telescopio per poterlo osservare. Io personalmente ho avuto modo di ammirarlo con un Dobson 254 mm a 250 ingrandimenti, ed è stata una esperienza unica.

Cosa significa per un pianeta essere in opposizione?

I termini opposizione e congiunzione, riferiti ai pianeti esterni, quindi da Marte in poi, sono relativi al Sole. Quando un pianeta è in congiunzione, significa che si trova coperto dal Sole e pertanto è inosservabile dalla Terra, mentre quando un pianeta è in opposizione, significa che la Terra si trova tra il Sole e il pianeta ed esso si trova nelle migliori condizioni di osservabilità possibili.

Urano, un gigante ghiacciato

Urano è il settimo pianeta del sistema solare ed è uno dei giganti gassosi. La sua atmosfera è formata da idrogeno, elio e ghiacci di acqua, metano e ammoniaca ed è la più fredda del sistema solare, raggiungendo i -224 °C. Urano presenta l’asse di rotazione quasi parallelo al piano dell’eclittica, pertanto il pianeta rivolge alternativamente uno dei suoi due poli verso il Sole per decenni. Urano percorre una intera orbita intorno al Sole in 84 anni e presenta un debole sistema di anelli. Ad oggi, il pianeta è stato visitato solamente dalla sonda Voyager 2 nel 1986, la quale ha scattato le uniche foto ravvicinate di cui disponiamo.

Le dimensioni della Terra a confronto con quelle di Urano.