L’ammasso stellare aperto M18

Bentornati al nostro appuntamento con il Catalogo di Messier! Oggi parleremo di M18, uno splendido ammasso stellare aperto nella costellazione del Sagittario, a circa 4.900 anni luce di distanza dalla Terra.

La posizione dell’ammasso stellare aperto M18.

Posizione dell’ammasso stellare aperto M18

L’ammasso stellare M18 si trova a circa 4° a nord dalla stella μ Sagittarii, conosciuta con il nome tradizionale di Polis, una supergigante blu 23 volte più luminosa del nostro Sole. Esso è già visibile al telescopio come una macchiolina, mentre per risolvere completamente le sue stelle è necessario un telescopio da almeno 15 cm di diametro. Trattandosi di un oggetto del cielo profondo appartenente alla costellazione del Sagittario, dall’Italia il periodo migliore per osservarlo sono le notti estive.

Storia delle osservazioni dell’ammasso stellare aperto M18

L’ammasso stellare fu osservato per la prima volta nel 1764 proprio da Charles Messier, il quale lo inserì nel suo catalogo annotando:

Un ammasso di piccole stelle, poco sotto M17; circondato da una sottile nebulosità. Più facile di M16…Appare nebuloso in un telescopio da 3 piedi e mezzo; con un telescopio migliore si possono vedere le stelle…Diam. 5

Successivamente l’ammasso stellare fu osservato anche da William Herschel.

Caratteristiche dell’ammasso stellare aperto M18

M18 è un ammasso stellare aperto molto giovane, con un’età stimata pari ad appena 33 milioni di anni. Esso è formato prevalentemente da giovani stelle, di cui una di classe Be, 29 di classe B e 3 supergiganti di classi A. In totale l’ammasso stellare aperto M18 ha una massa pari a circa 188 masse solari. La dimensione stimata dell’ammasso è pari a 17 anni luce.

L’ammasso sellare aperto M18, in alto a sinistra, e la regione circostante del Sagittario.