Il cielo di luglio 2020

Il Sole

Le informazioni sono tratte dal Cielo del mese di luglio 2020 a cura della UAI.

Attualmente il Sole si trova nella costellazione dei Gemelli e il giorno 20 luglio si muoverà nella costellazione del Cancro.

Di seguito sono riportati gli orari dell’alba e del tramonto nel corso del mese.

DataAlbaTramonto
1 luglio05:4020:51
15 luglio05:5020:46
30 luglio06:0520:31

Le fasi lunari

Di seguito sono riportate le fasi lunari per il mese di luglio 2020.

FaseDataOra
Luna piena5 luglio06:44
Ultimo quarto13 luglio01:29
Luna nuova20 luglio19:33
Primo quarto27 luglio14:32
Il cielo a mezzanotte del 15 luglio 2020.

Le costellazioni

Nel cielo a ovest saranno visibile per poco tempo le costellazioni zodiacali del Leone, con la stella Regolo, e della Vergine, con la stella Spica. Sorgono le grandi costellazioni estive: lo Scorpione con la stella Antares, il Sagittario, l’Ofiuco e la Bilancia. Alto nel cielo potrete scorgere Ercole, dalla caratteristica forma a trapezio. Stanno per diventare protagoniste le grandi costellazioni estive: Bootes, con la splendida stella Arturo, la Lira con la stella Vega, il Cigno con la stella Deneb e l’Aquila con la stella Altair. Ben visibili come sempre le costellazioni circumpolari, tra le quali ricordiamo l’Orsa Maggiore, l’Orsa Minore, Cassiopea.

I pianeti

Mercurio

A inizio mese Mercurio è in congiunzione con il Sole, il 1° luglio, ed è quindi inosservabile. Riappare prima dell’alba dopo qualche giorno e il 25 luglio Mercurio raggiunge il massimo periodo di osservabilità pari a un’ora e mezza.

Venere

Venera a inizio mese sorge circa due ore prima del Sole, mentre a fine luglio l’intervallo di osservabilità si estende a tre ore. Nel corso del mese Venere attraversa la costellazione del Toro.

Marte

Marte anticipa sempre di più il suo orario di levata e a fine mese è possibile scorgerlo a est verso mezzanotte. Marte abbandona per qualche giorno lo zodiaco, attraversando la costellazione della Balena tra l’8 e il 27 luglio.

Giove

Giove è in opposizione il 14 luglio ed è quindi il momento dell’anno migliore per osservarlo. All’opposizione Giove è alla minima distanza dalla Terra e presenta la massima luminosità. Per tutto il mese il gigante gassoso si muove nella costellazione del Sagittario.

Saturno

Saturno sorge subito dopo Giove ed è in opposizione il giorno 20 luglio. Come per GIove, anche luglio è quindi il mese migliore per l’osservazione del pianeta. Attualmente il pianeta degli anelli si trova nel Capricorno ma il 3 luglio si muove di moto retrogrado nel Sagittario.

Urano

Urano anticipa il suo orario di levata ed è possibile scorgerlo a est verso le una di notte. Urano si trova nella costellazione dell’Ariete. Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Nettuno

Nettuno è osservabile nella seconda parte della notte nel cielo a sud-est. Nettuno resterà nella costellazione dell’Acquario fino al 2022. Per osservare il pianeta è necessario l’uso del telescopio.

Plutone

Anche per Plutone è tempo dell’opposizione, che raggiunge il 15 luglio, quando si trova alla distanza di 4 miliardi e 946 milioni di km. Plutone si trova nella costellazione del Sagittario dove rimarrà fino al 2023. Plutone è inosservabile a occhio nudo ma anche con piccoli strumenti, è necessario almeno un telescopio da 200 mm per catturare la sua luce, essendo di magnitudine 14.

Le comete

La cometa C/2017 T2 PanSTARRS è stata al perielio il 4 maggio 2020. Essa attualmente ha magnitudine +9 e si sta allontanando dal Sole. A fine mese raggiungerà magnitudine +10. La cometa è circumpolare.

La cometa C/2017 K2 PANSTARRS è una cometa non periodica scoperta nel 2017, ben cinque anni prima del suo perielio. La cometa è ancora lontana ma può già essere scorta nella costellazione del Dragone con telescopi di diametro superiore ai 20 cm.

La cometa 88/P Howell è una cometa periodica di tipo gioviano, con un periodo orbitale pari a 5,48. Attualmente presenta magnitudine +11 in crescita ed è stata al perielio il giorno 26 giugno. La potete osservare nella costellazione della Vergine.

La cometa C/2019 N1 ATLAS si trova a 2,84 UA dal Sole e presenta una magnitudine pari a +14,5. La cometa sarà al perielio il giorno 1 dicembre 2020 quando passerà a 1,7 UA dal Sole. Attualmente si trova nei pressi del polo nord celeste.

La cometa C/2020 F3 NEOWISE sarà al perielio il 3 luglio passando a 0,30 UA dal Sole e raggiungendo una magnitudine massima pari a ben +0,5. Al nord Italia sarà osservabile con difficoltà durante il crepuscolo nautico e prima dell’alba. A fine mese, pur perdendo 2 magnitudini, sarà visibile in tutta Italia.

Per maggiori informazioni ed effemeridi aggiornate sulle comete, potete visitare il sito http://www.cfa.harvard.edu/iau/Ephemerides/Comets/index.html e la pagina dell’UAI http://comete.uai.it/.

Sciami meteorici

Il mese di luglio e di agosto saranno due mesi molto interessanti per osservare le meteore.

Una prima regione del cielo ricca di meteore è quella compresa tra  Sagittario, Aquila, Capricorno e Aquario, dove sono presenti molti radianti vicini tra loro.

Iniziamo con le Capricornidi (max 12 luglio), visibili nella prima parte della notte e che spesso presentano meteore lente che si frammentano con una esplosione finale.

Un’altra corrente importante è quella delle Aquilidi (max 17 luglio) che presenta un radiante situato nella regione del cielo tra lo Scudo e l’Aquila.

Uno sciame da tenere d’occhio è quello delle gamma Draconidi, di natura irregolare, che nel 2016 ha mostrato un inatteso outburst.

Infine, altre correnti meteoriche degne di nota sono le alfa Cignidi (max 17 luglio) e le delta Aquaridi (max 18 luglio).

Congiunzioni